Louvre (in due ore)

Il Louvre è uno dei più celebri musei del mondo e anche il più grande, pertanto il percorso proposto di seguito cerca di condensare in poche ore le principali opere da non perdere nella visita.

Da sotto la piramide principale, dirigetevi verso l’ala del museo Denon salendo le scale. Una volta entrati, vi trovate al livello -1, seguite il lungo corridoio, salite le scale e dirigetevi verso la scala a chiocciola sulla destra.

Ora siete al livello 0, salite verso sinistra per poi girare ancora a sinistra e arrivare nella sala 403 dove si trovano Amore e Psiche di Canova e gli Schiavi di Michelangelo. Tornate indietro, continuate sempre dritti attraversando la galleria delle Antichità romane fino in cima alla rampa di scale.

Siete arrivati quindi al livello 1, nella sala 703, dove ammirate la Vittoria di Samotracia. Da qui entrate dalla porta che sta alla destra della Nike seguendo l’insegna Pitture italiane e il volto della Gioconda come simbolo. Qui, nelle sale 706, 708, 709 e nella Grande Galerie 710, sono esposte in ordine cronologico molte opere di Cimabue, Botticelli, Caravaggio, Beato Angelico, Veronese, Perugino, Raffaello e Tiziano, tra cui: il Condottiero di Antonello da Messina, La vergine delle rocce di Leonardo Da Vinciil Ritratto di vecchio con nipote del Ghirlandaio, il San Sebastiano e la Crocifissione del Mantegna. Proseguite nella galleria e nella sala 712 trovate la Morte della Vergine del Caravaggio. Ora tornate indietro ed entrate nella sala 711 a sinistra. Siete arrivati nella sala della Gioconda che si troverà esattamente di fronte. Collocato proprio nel lato opposto della Monna Lisa c’è invece Le nozze di Cana del Veronese. La porta dietro alla Monna Lisa vi condurrà nella boutique che unisce i due corridoi della pittura francese. Alla sinistra della boutique, nella sala 700, troverete La libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix, il Naufragio della Medusa di Géricault e Lincoronazione di Napoleone di David. Arrivate fino in fondo e tornate sui vostri passi, riattraversando la sala e la boutique, entrando poi nella sala 702, dove troverete La grande odalisca di Jean-Auguste-Dominique Ingres. Scendete la scalinata, girate a destra alla fine della seconda rampa prima della galleria e continuate a scendere le scale.

Siete tornati al livello 0. Proseguite sempre dritti, attraversando le sale 408 e 347 ed entrate nella sala 345 sulla destra, dove troverete la Venere di Milo.

Arrivati a questo punto saranno già trascorse più o meno due ore e potete seguire le indicazioni per l’uscita.

Se vi piace l’arte egiziana, dalla Venere di Milo potete ripercorrere la sala al contrario e poi scendere per andare a visitare l’ala dedicata all’Antico Egitto, in cui si trova anche il Codice di Hammurabi, ma per uscire dovrete rifare tutto il percorso al contrario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *